terza edizione

Siracusa, premio "La cultura del mare" dell'Ordine degli ingegneri a studenti

Siracusa, premio "La cultura del mare": l'Ordine degli ingegneri assegna i premi a studenti
La cerimonia nella sala Ferruzza Romano dell’Area marina protetta del Plemmirio

Si chiude la terza edizione del premio "La cultura del Mare" con le premiazioni degli studenti. Rispetto e bellezza i temi dominanti quest'anno. Ad aprire la cerimonia, che si è svolta nella sala Ferruzza Romano dell’Area marina protetta del Plemmirio, il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Siracusa, Sebastiano Floridia, ha dato il suo saluto ai tanti alunni presenti nella sala che indossavano le magliette e i cappellini bianchi con i loghi della manifestazione.
All’iniziativa, oltre all’Ordine degli Ingegneri, hanno contribuito la Capitaneria di porto di Siracusa, il comune di Siracusa, l’ Autorità di sistema portuale della Sicilia Orientale, l’istituto “Antonello Gagini”, la Lukoil Oil Company ed il Consorzio Area Marina Protetta del Plemmirio
Sono stati premiati i lavori prodotti dagli studenti delle scuole: 1° Istituto Comprensivo di Melilli “Giulio Emanuele Rizzo”, 7° Istituto Comprensivo di Siracusa “G.A. Costanzo”, 16° Istituto Comprensivo di Siracusa “S. Chindemi”, Liceo Artistico “A. Gagini”, I.I.S.S. “A. Rizza” indirizzo Web Designer.

I primi due premi per la scuola di primo grado sono stati attribuiti uno ai ragazzi del 1° Istituto Comprensivo di Melilli “Giulio Emanuele Rizzo” che sotto la guida del professor architetto Santi Rametta hanno prodotto un cortometraggio che con un filo storico - archeologico collega il mito di Aretusa con il ritrovamento della mistica Statua di San Sebastiano di Melilli e uno ai ragazzi del 7° Istituto Comprensivo di Siracusa “G.A. Costanzo” che sotto la guida della professoressa Loredana Ricciardello hanno prodotto un plastico molto reale. L’elaborato rappresenta un tratto della costa di Ognina di Siracusa per la cui realizzazione gli allievi hanno usato vegetazione autoctona che è stato possibile prelevare, quale la posidonia oceanica spiaggiata, mentre hanno minuziosa-mente ricostruito con terracotta bianca la macchia mediterranea che non si può racco-gliere quale la pianta del cappero. Hanno poi sintetizzato lo scempio umano, legato al riversare dei rifiuti in mare ,adoperando plastica e lattine.

I primi premi per la scuola di secondo grado sono stati attribuiti uno all’alunno Leonardo La Mesa della classe 1 C - Arti figurative che, sotto la guida del professor Bonnici, ha prodotto un elaborato grafico che con la semplicità e la freschezza della narrazione figurale traccia un dialogo tra Terra, Cielo, Mare con un minimalismo delle forme. L’altro premio è stato attribuito alla classe 3B dell’indirizzo Web Designer dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “A.Rizza” che sotto la guida della professoressa Cante ha prodotto uno splendido book fotografico che immortala scorci di Siracusa in particolari momenti del giorno quando il sole bacia il mare.

Si sono particolarmente distinti i manufatti realizzati dal Liceo Artistico Indirizzo Beni Culturali perché unici nel loro genere per l’originalità dell’esecuzione. Gli allievi sotto la guida dei professori Mauceri, Chimirri, Lo Verso, hanno eseguito opere di riproduzione, di rilievi e di restituzioni di originali provenienti dal padiglione subacqueo del Museo Archeologico Regionale “Luigi Bernabò Brea “ di Lipari. La manifestazione si è conclusa con l’arrivederci alla prossima edizione del Premio.

Categoria: