Audizione in IV commissione

Autostrada Siracusa-Gela, Confartigianato sollecita il pagamento dei sub-fornitori

Autostrada Siracusa-Gela, Confartigianato sollecita il pagamento dei sub-fornitori
Confartigianato invita anche Regione, Cas e Ati ad evitare contenziosi

L’autostrada Siracusa Gela non può restare un’incompiuta e soprattutto vanno pagati al più presto tutti i sub-fornitori. È l’appello di Confartigianato Sicilia, che ha incontrato l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone. Una delegazione di Confartigianato, con i segretari provinciali di Confartigianato Ragusa e Siracusa (Angelo Raniolo e Luca Romeo), ha partecipato a un’audizione in Quarta commissione Ambiente, Territorio e Mobilità dell’Ars.
Confartigianato chiede che con i soldi in cassa, vengano messi allo stesso livello i sub-fornitori, effettuando per tutti, in percentuale a ciò che spetta, gli stessi pagamenti. E, una volta sanate le differenze, si sollecita anche il saldo.
Ma l’appello è anche un altro. Confartigianato invita la Regione, il Cas, Condotte acque e Cosedil, ad evitare contenziosi e l’avviamento di procedure giudiziarie. “Se dovesse essere rescisso il contratto – spiegano – si avvierebbe una causa che rischia di durare anni con l’inevitabile conseguenza che l’autostrada non venga più completata".
C’è un accordo tra Cosedil e Condotte d’Acqua spa, definito il 3 maggio scorso, che prevede il recesso della mandataria ed una totale assegnazione dell’appalto alla stessa Cosedil spa. Si è in attesa che l’accordo venga ratificato dal comitato di gestione di Condotte d’Acqua e dal tribunale. Questo è uno dei passaggi che potrebbe scongiurare la rescissione del contratto e lo stop del completamento.

Categoria: