recuperati 37 reperti

Sorpresi in due a fare scavi archeologici non autorizzati a Noto Antica

Sorpresi in due a fare scavi archeologici non autorizzati a Noto Antica
Il fenomeno degli scavi clandestini, vede la Sicilia, anche nel 2017, tra le Regioni italiane maggiormente interessate. I controlli andranno avanti.

Effettuavano scavi all'interno dell'area archeologica di Noto Antica senza le necessarie autorizzazioni. A cogliere i due in flagranza di reato i Carabinieri della Sezione Tutela Patrimonio Culturale di Siracusa, Testa dell'Acqua e Canicattini Bagni.
Alla vista dei militari i due hanno tentato di disfarsi degli attrezzi necessari per lo scavo, ma sono stati bloccati.
In tutto sono stati sequestrati 30 oggetti metallici, 7 monete in bronzo di epoca ellenistica, più il metal detector e le attrezzature usate per le ricerche archeologiche clandestine. I due sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Siracusa per “ricerche archeologiche non autorizzate” e “impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato”.

Il fenomeno degli scavi clandestini, vede la Sicilia, anche nel 2017, tra le Regioni italiane maggiormente interessate. I controlli andranno avanti.

Categoria:

 

 




style="display:block"
data-ad-format="autorelaxed"
data-ad-client="ca-pub-8073995366034044"
data-ad-slot="7039992162">