La proposta

Pozzallo meta preferita per weekend rilassanti

Pozzallo meta preferita per weekend rilassanti
Pozzallo di notte
I primi mesi dell’anno sono i più tristi. A questo punto non vi resta che organizzare un weekend fuori città: alla scoperta di Pozzallo, paese di pescatori negli ultimi anni ha conquistato la Bandiera Blu per la pulizia e trasparenza delle sue acque.

La Sicilia è una delle mete perfette per un breve weekend di stacco dalla vita quotidiana e dal trambusto della metropoli, specialmente a febbraio, uno dei mesi più complessi: il nuovo anno mette sempre un po’ in crisi, le giornate sono corte, è buio alle 16.30 del pomeriggio, la temperatura è più bassa, ci sentiamo stanchi e non abbiamo molta voglia di uscire. Se anche voi siete nelle stesse condizioni non disperate, quello che vi serve sono 3 giorni di puro relax a contatto con la natura.
Pozzallo è una piccola cittadina, in provincia di Ragusa, all’estremo sud dell’isola affacciato sul Mar Mediterraneo, negli ultimi anni ha conquistato la Bandiera Blu per la pulizia e trasparenza delle sue acque. Una bella passeggiata al porto, sul lungomare e sulla spiaggia è quello che ci vuole per respirare un po’ d’aria pulita. Pozzallo è un caratteristico paese marittimo siciliano, confermato anche dalla presenza della Torre Cabrera, eretta dagli Aragonesi per avvistare i nemici che arrivavano dal mare. L’imponente edificio del XV secolo ha una pianta quadrata, aveva anche funzione di artiglieria e magazzino per lo scarico delle merci.

Oltre alla splendida Torre, altro luogo di rilevanza è Piazza delle Rimembranze, ampia piazza quadrata circondata da più di 40 palme nane, un vero spettacolo. Si susseguono palazzi in stile Liberty, come il Palazzo Comunale, chiamato anche Palazzo Musso, caratterizzato da una forma a Ue circondata dalla Villa Comunale, ricca di piante e vegetazione di ogni tipo: palme nane, oleandri, alberi di fichi e tanti altri ancora. Sempre nelle vicinanze di Piazza delle Rimembranze troviamo altri edifici in stile Liberty: Palazzo Pandolfi e palazzo Giunta.
La chiesa più importante del paese è la Madonna del Rosario composta da 3 navate con numerose statue e dipinti. Il pulpito è stato realizzato in legno da Raffaele Caruso.
Non si può visitare la Sicilia senza assaporare i piatti caratteristici: arancini, spaghetti allo scoglio, pasta al nero di seppia e tanti altri piatti tipici della tradizione sicula.
Come arrivare in questa splendida cittadina?
Sicuramente molto più veloce e comodo è l’aereo che atterra a Catania, da li occorrerà noleggiare un’auto e in circa 50 minuti sarete a destinazione. Se decidete di partire con la vostra auto personale, potrete imbarcarla direttamente e usufruire del parcheggio portopark vicino la capitaneria del porto di Pozzallo una volta arrivati.
Cosa aspettate a rendere più sereno questo inverno?
Pianificate il vostro weekend lungo all’insegna della natura.
 

Categoria: