polizia ambientale

Siracusa, rifiuti speciali in area di 6.000 mq: scatta il sequestro

Siracusa, rifiuti speciali: sequestro area di 6.000 mq
I quattro proprietari dell’area, sono stati deferiti in stato di libertà all’autorità giudiziaria.

Rifiuti speciali smaltiti abusivamente in un'appezzamento di circa 6000 metri quadrati in contrada Cefalino, nel territorio del Comune di Siracusa.
La scoperta è della Polizia ambientale che ha accertato come con azioni reiterate nel tempo e con l’ausilio di mezzi meccanici, venivano smaltiti e livellati, quantitativi di rifiuti speciali che hanno determinato il mutamento sostanziale e definitivo dello stato dei luoghi con alterazione della natura morfologica del terreno. Quattro persone, i proprietari dell'area, sono indagate: per riempire e livellare il fondo agricolo con la sede stradale, concedevano ai trasportatori di scaricare eternit frantumato, scarti di calcinacci, intonaco, miscuglio scorie di cemento e cartongesso, mattoni e piastrelle rotte, materiale lapideo, tondini in ferro, residui di tubi corrugati, guaina per edilizia, ritagli di legno, vetro e plastica. Questi ultimi non dovevano così affrontare le spese per le procedure di conferimento in discarica o presso un impianto di recupero.

Categoria: