dia

Portopalo, sequestrato peschereccio dei Morabito

Portopalo, sequestrato peschereccio dei Morabito
Il bene rientra in un'operazione più ampia che ha portato al sequestro di beni al clan catanese per 5 milioni di euro

C'è anche il motopeschereccio iscritto nei registri dell’Ufficio Locale marittimo di Porto Palo di Capo Passero tra i beni sequestrati dalla Dia di Catania ai vertici del clan Morabito Il peschereccio, ormeggiato nel porto di Ognina a Catania, era già stato sequestrato nel maggio del 2013 nel corso di un’operazione di polizia giudiziaria operata nel Canale d’Otranto, finalizzata a contrastare il traffico di sostanze stupefacenti tra i paesi dei Balcani e le organizzazioni mafiose pugliesi e siciliane; durante la perquisizione dell’imbarcazione veniva rinvenuto al suo interno 731 chili di marijuana imballata in buste di plastica.
I decreti di sequestro emessi dal Tribunale di Catania, sezione misure di prevenzione, riguardano beni mobili, immobili e aziende per un valore complessivo stimato in 5 milioni di euro.
I beni sarebbero riconducibili ai fratelli Angelo, Antonino e Rocco Morabito, il cui gruppo sarebbe collegato al gruppo catanese "Santapaola-Ercolano".

Categoria: